Ferie a rischio per i medici vaccinati a gennaio. L’Ordine: “Green pass prolungato”

31 Maggio 2021

Gli operatori sanitari, i primi ad essere vaccinati, e quelli che hanno pagato il prezzo più alto della pandemia, hanno rischiato di dover anticipare, se non addirittura rinunciare alle meritate vacanze. Inizialmente infatti il “green pass” per viaggiare e spostarsi aveva durata di sei mesi dalla vaccinazione, pochi per chi si era sottoposto al vaccino anti-Covid a gennaio. Da qualche giorno è ufficiale la proroga, a seconda del vaccino iniettato, che va da un minimo di 9 mesi fino ad un anno per l’ex AstraZeneca. A tirare un sospiro di sollievo sono i tanti medici piacentini che si sono spesi in questo anno per combattere il virus, mettendo in secondo piano la propria salute e sicurezza per salvare più vite possibili. Gli ambulatori dei medici di medicina generale rischiavano anche di “svuotarsi” con le prenotazioni delle ferie che si stavano concentrando tutte nel mese di giugno. Il presidente dell’ordine dei medici di Piacenza Mauro Gandolfini rassicura: “La novità è di questi giorni, ma i cittadini potevano comunque stare tranquilli, non sarebbero rimasti senza assistenza. Ricordo – spiega Gandolfini – che molti medici di famiglia, nonostante abbiano già dato tutto e siano stati impegnati in prima linea per tanti mesi, continuano nel loro obiettivo di contrasto alla malattia. In tanti stanno dando il loro contributo per la campagna vaccinale, mettendosi a disposizione negli hub del territorio”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà