Antenne 5G sul tetto della sede Ausl, il comune dice “no” dopo il parere di Arpae

25 Giugno 2021

Due richieste di installazione di impianti per la telefonia mobile sono state stoppate dal Comune sulla base del parere negativo emesso da Arpae, l’Agenzia regionale per la prevenzione e l’ambiente. Entrambe riguardano l’immobile a piazzale Milano dove ha sede l’Azienda Usl, una ha la firma di Iliad Italia, l’altra di Windtre. Si tratta di modifiche a centraline già esistenti, finalizzate all’implementazione della rete telefonica col 5G.
La conclusione dell’istruttoria degli organismi di controllo è che i limiti stabiliti dalle normative per la tutela della salute e la salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento elettromagnetico vengono sforati. Di qui l’ordinanza del Comune per “l’interruzione immediata” dell’intervento “sussistendo motivazioni di salute pubblica”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà