Nuove tariffe dei taxi entrate in vigore: “Adeguamento che mancava da 5 anni”

01 Luglio 2021

Sono entrate in vigore le nuove tariffe per i 31 taxi che operano a Piacenza, con lievi rialzi dopo oltre cinque anni di blocco.

“Chiamiamola una razionalizzazione – ha spiegato il presidente della commissione taxi Antonio Levoni – che poteva essere effettuata già nel 2020: a causa della pandemia, però, alla categoria è stato chiesto di prorogarla e così è stato. I tassisti piacentini hanno dimostrato grande resilienza e volontà, tenendo presente che i mesi appena trascorsi per loro sono stati davvero difficili, con un crollo del fatturato che ha toccato punte del 70%”.

Tale adeguamento, a detta degli stessi tassisti e tenendo presente i mancati introiti dovuto al Covid, era quindi necessario. “Stiamo parlando di un rialzo molto basso – ha proseguito Levoni – con un aumento di 10 centesimi al chilometro per quanto riguarda la tariffa urbana e di 20 centesimi per quella extraurbana. Lo scatto di apertura è rimasto invariato (3 euro e 60 centesimi, ndc) mentre sono state ritoccate alcune tariffe predeterminate. Tuttavia, segnaliamo anche alcune agevolazioni come ad esempio il taxi rosa, che prevede uno sconto per le donne, oltre a vantaggi per gli studenti e per le persone dirette dalla stazione all’ospedale o viceversa”.

Soddisfatti i tassisti: “Oltre al presidente Levoni – ha affermato Stefano Marazzola, rappresentante di categoria – vogliamo ringraziare il presidente della cooperativa William Mafezzoni, la dottoressa Chiara Betti in rappresentanza del Comune, la polizia municipale che ci ha consentito di attuare questo adeguamento e Franco Ardenna, rappresentante dei consumatori”.

Lo stesso Ardenna ha quindi aggiunto: “Siamo abbastanza contenti di questo adeguamento che, essendo molto basso, ha tenuto in considerazione le esigenze dei cittadini”.

Ieri si è tenuta la taratura di tutti i taxi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà