A processo tre medici per la morte di un 42enne di Vigolo Marchese

15 Luglio 2021

Ieri in tribunale a Piacenza sono stati ricostruiti gli ultimi giorni di Cristian Benedetti, presidente Avis di Vigolo, morto nel 2017 a 42 anni per un’infezione da streptococco. Era finito per tre volte al pronto soccorso e per due era stato dimesso nonostante i dolori crescenti e le infiammazioni sempre più gravi. Tre medici che lo dimisero dopo le cure, sono ora accusati di omicidio colposo. Per due volte il pm Antonio Colonna aveva fatto istanza di archiviazione del procedimento a carico dei medici, evidenziando la mancanza di nesso causale tra la loro azione e la morte del 42enne, ma la richiesta era stata rigettata in entrambi i casi dal gip che aveva invece accolto la richiesta della parte civile di fare luce sulla vicenda. Ieri sono intervenuti tra gli altri la compagna e il medico di famiglia.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà