Bettola, dopo 5 mesi chiude il centro vaccinale: “Diecimila persone immunizzate”

11 Agosto 2021

Il centro vaccinale allestito nella sala polivalente “Gino Pancera” di Bettola, nella zona degli impianti sportivi, ha chiuso le sue porte dopo cinque mesi di attività, dopo che circa 10mila persone hanno ricevuto il vaccino.

I medici di medicina generale dell’Alta Val Nure che in questi mesi sono stati impegnati anche nelle vaccinazioni anti-Covid (Luca Pilla, Stefano Ferrari, Anna Maria Pezzano, Maria Cristina Vercesi e Sara Bottazzi) sono tornati ai loro ambulatori e alla visite domiciliari.

E’ Luca Pilla, responsabile del nucleo cure primarie dell’Alta Valnure, a tracciare un bilancio di questi mesi: “E’ stata un’esperienza umanamente bellissima ed una possibilità di apprendere sempre di più su questa malattia che è ancora misteriosa. Fondamentale è oggi, ad inizio della quarta ondata, che le persone sopra i 60 anni si vaccinino perché il loro rischio è immenso”.

Non abbassare la guardia quindi, “perché il virus può essere trasmesso anche da una persona vaccinata e la carica virale – dice il medico – può portare a guai grossi e al ricovero. Pilla auspica “che i genitori e i parenti dei bambini e ragazzi che frequentano le scuole siano vaccinati – e consiglia – per le persone sotto i 40 anni, di non sottovalutare la sintomatologia se si contrae un raffreddore, se si ha mal di testa o febbre: la situazione potrebbe evolversi in polmonite senza accorgersene”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà