Esce dopo più di 7 anni dal carcere e viene espulso dall’Italia perché irregolare

21 Settembre 2021

Quarantenne albanese termina di scontare sette anni e otto mesi nel carcere delle Novate e al momento dell’uscita di prigione trova ad attenderlo la polizia con un decreto di espulsione dall’Italia perché irregolare.

L’uomo, in carcere perché ritenuto colpevole di violenza sessuale nei confronti della figlioletta, ha tentato di opporsi all’espulsione per vie legali sostenendo che potesse essere vittima di una vendetta trasversale a causa dell’antico codice albanese, il “Kanun”. Il giudice ha però confermato il “mandato” e il quarantenne nel pomeriggio di lunedì 20 settembre è stato portato all’aeroporto della Malpensa dalla polizia e imbarcato su un volo diretto a Tirana. Di questo particolare caso si sono occupati gli investigatori della terza sezione dell’ufficio immigrazione della questura.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà