Obbligo green pass sul lavoro, ancora incertezze a 24 ore dall’entrata in vigore

14 Ottobre 2021

Confusione, incertezza, in alcuni casi anche apprensione. A 24 ore dall’entrata in vigore dell’obbligatorietà del Green pass per dipendenti pubblici e privati, le aziende piacentine si stanno organizzando per adempiere ai dettami del decreto legge 127/21 (ieri diramate le nuove linee operative). Lo stanno facendo in modo ligio. Eppure restano alcuni nodi da sciogliere: in particolare quelli legati alle modalità operative dei controlli ma soprattutto ai rischi di dover sopperire a carenze improvvise di personale sprovvisto di certificazione verde.

Nell’edilizia alcune difficoltà potrebbero spuntare nei cantieri o nelle ditte in appalto, visto che chi è privo di pass potrebbe bloccare l’andamento di una determinata catena di lavori. Nelle piccole imprese il tema più sentito è quello di trovarsi da un momento all’altro senza figure specializzate difficili da sostituire.

Altro fronte caldo quello dei costi dei tamponi. In questo senso va inserito l’accordo trovato ieri da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti con la Moncler di Castelsangiovanni per la gratuità dei tamponi per un mese.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà