Calendasco, venti universitari del Politecnico studiano il castello medievale

29 Ottobre 2021

Il castello medievale di Calendasco e le vicine scuderie diventano un oggetto di studio che – ora che i lavori di restauro in corso stanno svelando i segreti architettonici dell’antico maniero – sembra interessare sempre di più. C’è il coinvolgimento del Politecnico di Milano che in questi giorni ha già portato diversi studenti “sul campo” a studiare le scuderie. Ma anche i ragazzi delle scuole medie del paese sono pronti a realizzare una guida virtuale, a portata di cellulare, per i futuri visitatori del castello.

Circa una ventina di studenti del Politecnico, accompagnati dall’architetto Michela Grisoni, si stanno occupando delle vecchie scuderie per “leggere” le tracce del loro passato dai muri e dalla struttura dell’edificio. Allo stesso modo, i ragazzi della terza media del paese stanno approfondendo i lavori di restauro in corso al castello, confrontandosi con gli operai e i restauratori. Inoltre, con il fotografo Massimo Bersani, stanno documentando il tutto con fotografie. Testi e immagini finiranno “immagazzinati” in vari codici “Qr Code” che saranno posizionati nei luoghi principali del castello in occasione dell’inaugurazione, da lì, ognuno potrà scaricare sul proprio telefonino la guida realizzata dai ragazzi.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà