Lardana e Nure in secca: “Non è colpa della siccità ma dei prelievi irregolari”

09 Novembre 2021

“Se il torrente Lardana è in secca non è colpa della siccità ma dei prelievi idropotabili che appaiono oltre il consentito: mancano all’appello 30 litri al secondo”. È la denuncia di Legambiente, No Tube e Amici del Nure che sottolineano come – anche in periodo non estivo – il deflusso minimo vitale dei corsi d’acqua, la quota minima perché possano essere considerati in buona salute, non venga rispettato. Per questo hanno chiesto chiarimenti agli enti competenti, tra cui Arpae, Regione, Prefettura e Ministero dell’Ambiente. La denuncia arriva a seguito dell’allarme siccità e delle immagini del Nure in secca delle scorse settimane, situazione che è stata motivata dalla siccità. Gli ambientalisti si sono concentrati sulle sorgenti del torrente Lardana, affluente del Nure in comune di Ferriere noto per la sua abbondanza d’acqua, dove lo scorso 29 ottobre hanno effettuato rilevazioni sulla portata del corso d’acqua.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà