Abbattuti due tigli in piazza Plebiscito. I residenti: “Perché? Non erano malati”

26 Novembre 2021

Il mistero dei “tigli tagliati”. Non è uno scioglilingua e nemmeno il titolo di un nuovo film giallo, ma quello che hanno pensato i residenti di piazzetta Plebiscito alcuni giorni fa, quando hanno notato che due degli alberi della piazzetta non c’erano più. Più precisamente, si sono appunto accorti che sono stati tagliati due tigli, quelli al centro vicino alle panchine, esemplari che fanno parte del lotto di alberi che qualche anno fa il Comune aveva dichiarato di non voler più abbattere e di renderli parte del progetto di riqualificazione della zona. Comprensibile dunque lo stupore e il disappunto di alcuni degli abitanti, che hanno subito segnalato l’accaduto agli organi di informazione.
Nel mirino l’Amministrazione Comunale, i residenti hanno detto di non aver ricevuto alcuna informazione in merito a un abbattimento e di non conoscere le cause di questo intervento.

Qualcuno ha anche aggiunto che i due esemplari non fossero né malati né a rischio, ipotizzando che il taglio degli alberi fosse dovuto alla volontà di alcuni esercizi presenti in zona di utilizzare la piazzetta per scopi commerciali. Nulla di più lontano dalla verità, l’amministrazione comunale, nello specifico l’assessore all’ambiente Paolo Mancioppi e i responsabili dell’Ufficio Verde Pubblico, hanno spiegato l’intera vicenda. I due tigli in questione erano praticamente morti da qualche giorno e dunque a rischio per i cittadini in zona, così si è provveduto a rimuoverli il prima possibile. Non solo, gli esemplari verranno anche sostituiti da altri sani e pronti per una nuova ripiantumazione.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI GABRIELE FARAVELLI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà