“Grave rischio di cedimento”: 15 tigli saranno abbattuti. Lavori da lunedì

08 Marzo 2019

Quindici tigli che si trovano in viale Beverora, nel tratto tra via Venturini e via Palmerio, saranno abbattuti, mentre gli altri saranno potati per ragioni di sicurezza.
Lo ha annunciato il Comune di Piacenza, spiegando che, con una nota, il Comando provinciale dei vigili del fuoco invita l’amministrazione “ad attuare con urgenza ogni iniziativa per rimuovere le potenziali situazioni di pericolo legate all’instabilità dei tigli in doppio filare”.
La valutazione condotta sugli stessi alberi segue la richiesta in tal senso della Protezione civile regionale, dopo la recente allerta meteo per forte vento: “Allo stato attuale – spiega il Comune – le piante in questione costituiscono una minaccia per l’incolumità pubblica, rendendo necessario e non più procrastinabile l’abbattimento di 15 esemplari e la potatura dei restanti”.

Dalle 7.00 di lunedì 11 marzo sino alle 24.00 di lunedì primo aprile sarà istituito il divieto di circolazione e il divieto di sosta con rimozione forzata nel tratto di viale Beverora compreso tra via Palmerio e via Venturini. Contestualmente, nel tratto compreso tra via Venturini e via Nova, sarà in vigore il senso unico alternato regolato da movieri, con divieto di sosta su entrambi i lati. I soli residenti, dimoranti e fruitori di posti auto privati, i mezzi di soccorso e del Comando provinciale dei Carabinieri potranno circolare in base alle diverse fasi di avanzamento del cantiere. Inoltre, i veicoli provenienti dalle strade afferenti al tratto di viale Beverora interessato dai lavori – compresi gli autobus – dovranno seguire una deviazione all’interno del parcheggio di viale Malta, con conseguente modifica di alcuni spazi di sosta.

“Si conferma purtroppo – spiega l’assessore all’Ambiente, Paolo Mancioppi – l’elevato rischio di cedimento strutturale già rilevato nel mese di febbraio dalla relazione tecnico-agronomica della ditta cui il Comune ha affidato, nell’ambito della manutenzione del verde pubblico, la valutazione di stabilità visiva e strumentale dei tigli di viale Beverora, con una metodologia accurata qual è la tecnica Vta. L’analisi condotta dall’agronomo incaricato, il dottor Nicola Canepa, aveva infatti evidenziato la presenza di alberi gravemente compromessi, le cui condizioni sono tali da non consentire alternative alla rimozione. In una strada di così elevato passaggio, non potevamo rinviare oltre questo intervento a tutela della sicurezza di persone e mezzi – aggiunge Mancioppi – ma da parte dell’Amministrazione comunale c’è il massimo impegno ad attuare, quando le condizioni climatiche e del terreno lo consentiranno, un progetto di piantumazione che riguarderà anche viale Palmerio”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà