Insegnanti non vaccinati, le scuole pensano a come sostituirli dal 15 dicembre

30 Novembre 2021

 

Da poche, sparute unità, fino a contingenti anche di 20 persone, tra docenti e Ata. Ognuna delle 34 direzioni didattiche piacentine si sta facendo i conti in tasca sulla percentuale di personale no vax al proprio interno, anche se a guardare le ultime percentuali di vaccinati tra il personale scolastico la provincia di Piacenza ha superato il 90%. Lavoratori e lavoratrici, tutti (o quasi) finora regolarmente presenti nelle aule e nelle scuole con un green pass anche da tampone, ma che, dal 15 dicembre, non potranno più sottrarsi all’obbligo di essere vaccinati. Il ministero ha stretto le fila. Mancano all’appello le circolari esplicative, ma è già piuttosto chiaro ai  dirigenti che, qualora quel personale, o parte di esso, non aderisca all’ultimatum di vaccinarsi, non solo andrà incontro a sospensione ma dovrà essere sostituito. E, per la prima volta, accadrà che attorno a Natale si debba rimettere mano alle  nomine di altri supplenti.

I DETTAGLI IN EDICOLA OGGI CON IL QUOTIDIANO LIBERTA’ NELL’ARTICOLO DI SIMONA SEGALINI 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà