I genitori della regione a Draghi: “No al green pass per gli studenti pendolari”

04 Dicembre 2021

“No a ledere il diritto allo studio degli studenti  pendolari”. Laici sul tema dei vaccini, tanto prudenti da non pronunciare mai la parola. Ma altrettanto solleciti a “dare battaglia” contro l’obbligo di green pass a bordo del trasporto pubblico locale da lunedì 6 dicembre al 15 gennaio, che per gli studenti pendolari non vaccinati equivarrà a un obbligo di tampone.

Il coordinamento dei presidenti dei consigli d’istituto dell’Emilia Romagna (170 persone) – che enuclea il fronte genitoriale anche se la rappresentanza è estesa alle altre componenti del consesso – per fare pressing sul Governo e convincerlo a introdurre una deroga al provvedimento, ha scritto al presidente del Consiglio Mario Draghi e ai ministri Roberto Speranza e Patrizio Bianchi. Prende parte alla richiesta anche Piacenza, da dove Francesca Frigo (presidente del Consiglio di istituto al Respighi) riassume: “Vogliamo dare voce alle esigenze delle famiglie”.

L’ARTICOLO INTEGRALE DI SIMONA SEGALINI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ

© Copyright 2022 Editoriale Libertà