Consiglio comunale, il capogruppo Cugini lascia il Pd: “Questione di coerenza”

07 Febbraio 2022

Ennesimo strappo nel centrosinistra piacentino. Durante il consiglio comunale di oggi, il capogruppo Stefano Cugini ha annunciato l’addio al Partito Democratico. “In seguito alla rinuncia dello schieramento al percorso di Alternativa per Piacenza, ho deciso di presentare le mie dimissioni dal gruppo consiliare del Pd. È una questione di coerenza, perché mi sento di appartenere alla sfera di ApP”.

L’annuncio di Cugini è spinto dalle tensioni interne al centrosinistra in vista delle imminenti elezioni amministrative di Piacenza: il capogruppo dem si trova ormai in una netta contrapposizione con la linea del Partito Democratico e con la proposta di Massimo Castelli come candidato a sindaco. Cugini punta quindi a presentarsi con una propria lista? “Non ho ancora affrontato questo tema. Ho registrato tanti attestati di stima, inevitabilmente sto facendo alcuni ragionamenti. Nei prossimi giorni, prenderò una decisione”. E un’ipotetica lista di Cugini, insieme all’area di Alternativa per Piacenza, unirebbe le forze con il Pd in un eventuale ballottaggio contro il centrodestra di Patrizia Barbieri? “L’obiettivo del centrosinistra deve essere quello di evitare una linea sovranista al governo della città. Come concretizzare questo scopo, però, lo si vedrà da domani in avanti”.

È probabile che, nel frattempo, Cugini costituirà il gruppo consiliare di Alternativa per Piacenza insieme ai colleghi Sergio Dagnino (M5s) e Luigi Rabuffi (Pc in Comune). Salvo sorprese, invece, il nuovo capogruppo del Pd sarà Christian Fiazza.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà