Fondazione di Piacenza e Vigevano: stanziati i primi 4 milioni per 94 interventi

06 Maggio 2022

Oltre quattro milioni di euro deliberati per la realizzazione di 94 interventi, 78 dei quali sono espressione del territorio. Così la Fondazione di Piacenza e Vigevano ha chiuso la prima sessione annuale dell’attività istituzionale.

Oltre ai progetti presentati da enti e organizzazioni per ottenere un sostegno da parte dell’ente, sono stati finanziati una serie di interventi che la Fondazione promuove direttamente, anche come aggregatore delle realtà locali in una strategia di coprogettazione e in un’ottica di medio e lungo periodo.

Parte del deliberato relativo ai progetti propri è riferito a un’attività su base triennale: è il caso di alcuni bandi che la Fondazione ha definito per intervenire su criticità del territorio (disagio giovanile, autonomie di soggetti fragili) o per supportare innovazione e istruzione (biblioteche innovative e didattica), nonché di progetti trasversali alle fondazioni bancarie italiane, come il Fondo con il Sud. C’è poi tutto il corposo programma di attività istituzionale promossa in ambito culturale, con l’Auditorium e con il progetto di Xnl di cui sono state avviate la sezione Arte e la Bottega Xnl per il cinema e il teatro.

LE RICHIESTE DEL TERRITORIO – Per ciò che concerne le richieste di sostegno avanzate dal territorio, il consiglio di amministrazione – supportato dal parere delle commissioni consultive – ha dato il via libera a 78 interventi, valutati sulla base della loro aderenza alle linee guida delineate nel documento programmatico previsionale pluriennale (Dpp).

Ne erano stati presentati 117 entro la scadenza della prima sessione erogativa del 15 febbraio (le prossime sono fissate per il 15 giugno e il 15 ottobre). Complessivamente, le iniziative presentate al vaglio della Fondazione corrispondono a un impegno economico pari a 5 milioni e 850 mila euro: di questi, circa 3 milioni sono gli stanziamenti richiesti all’ente. I progetti espressione del territorio di Vigevano sono 24, per un valore di oltre 720mila euro e una quota di contributi richiesti pari a 546mila euro.

Per quanto riguarda gli ambiti di intervento, 31 richieste erano relative al welfare, 49 all’arte e 34 all’istruzione; altri 3 progetti riguardavano altri settori d’intervento. La tipologia dei progetti accolti risponde trasversalmente ai diversi ambiti d’azione della Fondazione.

Per il settore welfare (settori volontariato, filantropia e beneficenza; assistenza agli anziani e famiglia e valori connessi) sono state sostenute 24 iniziative. Tra queste, le principali sono il progetto integrato territoriale di risposta a bassa soglia alle situazioni di grave marginalità della Fondazione Caritas Diocesana di Piacenza; il supporto all’attività dell’Emporio Solidale di Piacenza; l’intervento MindSchool – per una scuola integrata e multicomponenziale a cura di Caritas Vigevano. Complessivamente, le risorse impiegate per gli interventi Welfare sono pari a circa 420mila euro.

Nell’ambito dei progetti per l’Istruzione (settori educazione, istruzione e formazione e ricerca scientifica e tecnologica) la Fondazione di Piacenza e Vigevano ha dato il via libera a 22 interventi, pari a oltre 315mila euro. Rientrano in questa categoria grandi progetti di innovazione come il Digital Energy Park messo a punto dal Consorzio Leap-Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza e l’iniziativa Educamp a Vigevano, in collaborazione con Pool Vigevano Sport Associazione Sportiva Dilettantistica.

Numerosi, in termini di richieste e di progetti accolti, gli interventi connessi ad arte e attività culturali: ne sono stati approvati 31, corrispondenti a circa 500mila euro di deliberato, e si riferiscono a iniziative consolidate, come gli eventi Informazione Teatrale di Teatro Gioco Vita e i Festival dei Manicomics, ma anche a nuovi progetti come lo spostamento e ri-allestimento della biglietteria e del bookshop dei Musei civici di Palazzo Farnese in collaborazione con il Comune di Piacenza o, tra gli altri, l’attività dell’Orchestra Città di Vigevano con l’associazione Gabriel Fauré.

“Per alcuni dei progetti presentati dal territorio ed esclusi dalle delibere può essere percorribile una riprogettazione, per renderli più aderenti ai criteri e alle finalità della Fondazione”, dichiara il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Roberto Reggi, che nel corso dell’anno guiderà l’ente a realizzare un’attività istituzionale che avrà a disposizione 6 milioni di euro: 1,5 milioni in più dell’esercizio 2021. “Vogliamo promuovere progettualità più focalizzate verso gli obiettivi prioritari per lo sviluppo sociale, economico e culturale di Piacenza e Vigevano. È in questo senso che si innesta l’avvio di bandi su temi strategici: solo ragionando in un’ottica di ascolto e di rete, possiamo dare una risposta ai bisogni e affrontare le criticità, ma anche valorizzare le tante potenzialità che ha il territorio”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà