Isii Marconi, 90 aziende per i colloqui. “Primo requisito: voglia di lavorare”

23 Maggio 2022

Il primo requisito è “che abbiano voglia di lavorare”. Lo chiedono le novanta aziende che hanno abbandonato fabbriche e uffici per entrare in classe. Nello specifico sono quelle dell’Isii Marconi, dove circa 350 studenti delle quarte e quinte hanno incontrato gli imprenditori nel primo Career Day della scuola: hanno presentato i loro curricula, hanno fatto domande sulle attività, sui requisiti richiesti.

Il primo, lo fa presente senza incertezze Orazio Dodi del gruppo Allied, è “che abbiano voglia di lavorare”: “Cerchiamo giovani che ci tengano a lavorare per delle aziende produttive, che non si facciano spaventare se devono lavorare in officina, che abbiano interesse verso la realtà degli acciai in cui noi operiamo – spiega – e che sappiano bene l’inglese. Non sono requisiti semplici da trovare, li hanno in pochissimi”. Emanuele Forni ne aggiunge anche altri due: “Flessibilità e passione: in un lavoro sono fondamentali” spiega.

I ragazzi nel frattempo entrano in gruppi: “Li abbiamo aiutati a preparare il curriculum – spiega la docente referente Raffaella Bellocchi – questo è il primo Career day che organizziamo come scuola: l’idea era nata prima della pandemia, ma solo adesso siamo riusciti a realizzarla”.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà