“Immaginare il lavoro. Il mondo di ieri, le sfide di domani” Il libro di Adecco

19 Giugno 2022

19

Il suo grande sogno è quello di azzerare la disoccupazione, e l’unico modo per vederlo tramutato in realtà è che ogni azienda, dalla più grande alla più piccola, faccia la propria parte. Le cosiddette “Academy” create dalla sua Adecco vanno proprio in questa direzione, aiutano le imprese a cercare i profili adatti e consentono così di favorire l’inserimento lavorativo in tempi brevi. Una di queste è nata nel territorio piacentino, che ha avuto il piacere di visitare in occasione di un evento speciale.

Andrea Malacrida, amministratore delegato di Adecco Italia, ha infatti presentato il suo ultimo libro al Technical Center Amada di Pontenure.

“Immaginare il lavoro – Il mondo di ieri, le sfide di domani” il titolo del volume, raccontato al pubblico rispondendo alle domande di Massimo Silingardi, Head of Operations di Adecco Italia, un viaggio dal passato al futuro lungo un quarto di secolo. “Nel 2022, a 25 anni di distanza dal pacchetto Treu sulla legge del lavoro somministrato – ha spiegato Malacrida – volevo raccontare l’excursus delle leggi in questo lasso di tempo e capire che evoluzione c’è stata per provare a dare degli spunti ai nostri clienti e ai nostri colleghi per prepararli ai prossimi 25 anni”. Spazio anche ad aneddoti del passato, come l’incontro con Oscar Farinetti definito “davvero divertente”, o con Sergio Marchionne, “uomo autoritario”, e per la sua sfida definitiva, “azzerare la disoccupazione, ognuno di noi è artefice del proprio destino e questo obiettivo si può raggiungere se tutte le realtà fanno la propria parte”. Non è mancato un plauso all’attività svolta da Amada: “Per me è sempre un piacere girare per i territori che hanno delle eccellenze nei settori manifatturiero e tecnico, questa realtà, come tante altre, sono il cuore della nostra azienda con le quali lavoriamo quotidianamente per costruire delle Academy per avere dei bacini di candidati professionali, in linea con il trend del mercato. Sicuramente questo non è un momento facile dal punto di vista del reclutamento dei profili perché a qualsiasi livello ci sono delle criticità importanti”. Proprio per questo motivo è nata la collaborazione tra il Technical Center di Pontenure e la stessa Adecco, la partnership ha dato vita alla “Amada Academy”, illustrata da Luca Moia, amministratore delegato di Amada Italia: “La nostra esigenza era di ricercare e inserire 10 nuovi tecnici manutentori, cercando di ottimizzare i tempi di formazione. Il network di Adecco ci ha così permesso di recuperare in tempi brevissimi molte candidature e di creare percorsi formativi ad hoc di altissima qualità. Abbiamo quindi potuto soddisfare in pieno tutte le nostre esigenze aziendali, creando un senso di appartenenza e di fidelizzazione nel team dei ragazzi”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà