Alberi caduti, crolli e black out: 150 richieste di aiuto. Novemila utenze senza luce

05 Luglio 2022

La Prefettura di Piacenza ha tracciato un bilancio degli interventi relativi all’improvvisa e violenta ondata di maltempo che ha flagellato città e provincia tra le 18 e le 20 di ieri.

Scrive la Prefettura in una nota: “Una violenta, improvvisa ondata di maltempo si è abbattuta nel pomeriggio di ieri a Piacenza, dove si tenevano i festeggiamenti e la fiera per il Santo Patrono, e sul territorio provinciale, con raffiche di vento che hanno raggiunto la velocità anche di 90 km/h, e conseguenti cadute di alberi sulle carreggiate stradali, segnaletiche divelte e interruzioni di energia elettrica.

Nel comune di Besenzone, il titolare di un’azienda agricola è deceduto sotto le macerie, per il crollo di un tramezzo di una stalla; nel capoluogo il forte vento ha divelto alcuni banchi, facendo registrare tre feriti lievi, di cui due trasportati al Pronto Soccorso.

Tempestiva la circolarità delle informazioni tra questa Prefettura e tutte le componenti della Protezione civile regionale e provinciale, le Forze di polizia, il Vice Presidente della Provincia e i Sindaci del territorio, i gestori delle infrastrutture e dei servizi elettrici.

Sono stati impegnati, in maniera significativa e sull’intero territorio provinciale, il personale delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, delle Amministrazioni comunali, del 118, dei volontari di protezione civile, le squadre di ENEL.

Nell’ulteriore incontro, convocato dal Prefetto, in videoconferenza nelle prime ore di oggi, si è preso atto dalle componenti della Protezione civile e dagli enti gestori delle strade e delle infrastrutture che in queste ore la situazione sta tornando alla normalità, mentre proseguono i sopralluoghi per il completamento delle richieste di intervento e il monitoraggio dei pali, alberi pericolanti soprattutto in prossimità delle arterie stradali, dei binari e dell’abitato. Sopralluoghi sono in corso anche sui reticoli idraulici.

Il Comando dei Vigili del Fuoco è stato impegnato in oltre 100 interventi, dalla serata di ieri ad oggi, di cui 70 completati e 30 in completamento, con l’impiego di cinque squadre.

Costante l’impegno delle forze dell’ordine nel controllo del territorio, con oltre 150 richieste di intervento da parte della cittadinanza, che sono state gestite dalla Questura, dall’Arma dei Carabinieri e dalla Polizia Stradale, in supporto anche agli interventi dei Vigili del Fuoco e del 118.

La Questura ha impiegato cinque pattuglie mentre un presidio apposito, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, è stato adibito per l’attività di ordine pubblico in occasione della Fiera di Sant’Antonino. In provincia l’Arma ha impiegato dieci pattuglie con venti uomini.

L’Enel ha riferito di essere stata impegnata su circa 9000 utenze sul territorio, e sono state effettuate nelle ore notturne circa 50 interventi, soprattutto nella zona della bassa provincia piacentina.

Sono state riattivate tutte le cabine di media tensione e si prevede la completa riattivazione di tutte le utenze entro la giornata di domani.

Grande l’impegno delle squadre di volontariato di protezione civile che hanno operato a supporto dei Comuni e dei Vigili del Fuoco. In particolare, sono state impiegate fino alle ore notturne 16 squadre, sia nel capoluogo che nella pianura occidentale ed orientale.

Non sono state segnalate situazioni di isolamento, nè interruzioni di rilievo sulle arterie stradali statali e provinciali.

Pur nella situazione emergenziale, lo strenuo impegno di tutti gli enti coinvolti, la tempestività e la circolarità delle informazioni hanno permesso di poter lavorare in stretta sinergia, al fine di evitare ulteriori situazioni di pericolo per la cittadinanza.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà