Dalla Regione, 224mila euro a Piacenza per ampliare i servizi di trasporto pubblico

14 Settembre 2022

Autobus e corse rafforzate. La Regione Emilia-Romagna ha stanziato un ulteriore milione di euro per ampliare i servizi di trasporto pubblico in vista dell’inizio dell’anno scolastico. Da Piacenza a Rimini, infatti, sono oltre 700mila i chilometri di servizio aggiuntivi.

Per continuare a garantire più corse rispetto al periodo pre-pandemia e far fronte alle esigenze del trasporto pubblico scolastico, la Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di un altro milione di euro su cui potranno contare le Agenzie e le Aziende Tpl da oggi fino alla fine dell’anno; un contributo che salirà a 2,3 milioni l’anno a partire dal 2023.

“Anche se rispetto allo scorso anno la situazione è decisamente migliorata e le misure più restrittive sono rientrate – sottolinea l’assessore regionale ai trasporti, Andrea Corsini – vogliamo che tutte le studentesse e gli studenti, come anche in generale tutti coloro che viaggiano ogni giorno sui nostri mezzi, continuino a usufruire di un servizio rafforzato ed efficiente. Un modello impostato insieme alle Agenzie e Aziende Tpl di tutto il territorio per far fronte all’emergenza e che ha dato prova di grande efficienza. Queste risorse aggiuntive sono quindi fondamentali per mantenere un servizio più forte e più sicuro a cui non vogliamo rinunciare. Così come rappresenta una misura fondamentale per la mobilità sostenibile e di welfare familiare l’abbonamento gratuito per bus e treni regionali”.

La distribuzione delle risorse sul territorio è stata calibrata in base alle necessità delle aziende di trasporto pubblico locale di tutto il territorio. Per quanto riguarda la provincia di Piacenza arriveranno 64mila euro di contributo una tantum in più da settembre a dicembre 2022 e 160mila euro nel 2023 (che consentiranno di percorrere oltre 72mila km aggiuntivi rispetto al servizio ordinario).

Nel frattempo, continua la campagna Salta Su, grazie alla quale ad oggi sono stati già erogati oltre 76mila abbonamenti gratuiti. La misura regionale da 20 milioni di euro l’anno, si rivolge a tutti gli studenti under 14, senza limiti Isee, e agli under19 con un Isee familiare annuo fino a 30mila euro che scelgono di andare a scuola utilizzando bus e treni regionali di linea. Per un risparmio medio di 300 euro a figlio. C’è tempo fino al 31 dicembre per presentare la domanda di abbonamento alla piattaforma unica Salta Su.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà