“Io non rischio”: il cittadino al centro delle pratiche di protezione civile

12 Ottobre 2022

“La nostra provincia è uno dei territori più a rischio dal punto di vista idrogeologico, questo denota quanto sia importante l’evento che si terrà sabato nel cuore della nostra citta“ con queste parole il sindaco di Piacenza Katia Tarasconi ha presentato l’evento “Io non rischio” che si svilupperà tra iniziative, incontri e convegni nel centro storico della città. “La presenza di tanti operatori che si mettono a disposizione dei cittadini è un bellissimo segnale che bisogna continuare a coltivare” sottolinea Tarasconi.

I volontari e gli operatori di protezione civile saranno presenti in piazza Cavalli, dalle 8.00 alle 18.00, per fornire consigli, nozioni e indicazioni sui rischi e su cosa poter fare durante le emergenze. Oltre ad Anpas, la sezione di Piacenza dell’associazione nazionale Alpini, vigili del fuoco e gli operatori di Communications Emergency Rescue Piacenza ci saranno anche testimonial del mondo sportivo; l’obiettivo? Rendere protagonisti i cittadini, responsabilizzarli e fornire consigli e buone pratiche che potrebbero salvarli la vita.

“Costruiamo insieme una cultura condivisa della sicurezza e della tutela territoriale” il monito del sindaco con l’auspicio che l’evento di sabato sia caratterizzato da una grande partecipazione. Del suo stesso avviso il viceprefetto Claudio Giordano: “La funzione di protezione civile è un sistema partecipato con tanti attori coordinato dalla prefettura – spiega – anche la cittadinanza è una componente importante di questa catena”. Alle 12.30 proprio in Prefettura – nell’ambito delle iniziative promosse nel corso della settimana nazionale della protezione civile si è tenuta una videoconferenza con la partecipazione degli enti locali e delle altre componenti del sistema di protezione civile. Nel corso dell’incontro, aperto dai saluti del Prefetto Daniela Lupo e dell’assessore regionale all’ambiente Irene Priolo, sono stati approfonditi i temi delle funzionalità del sistema di allertamento regionale, nonché degli interventi strutturali e di prevenzione con particolare riferimento al rischio idraulico.

Ritornando alla presentazione dell’evento “Io non rischio” il commissario maggiore Giuseppe Addabbo, responsabile dell’Area di protezione civile della Polizia locale ha ribadito: “I cittadini non devono essere soggetti passivi durante le emergenze; attraverso la conoscenza e la consapevolezza delle buone pratiche di protezione civile saranno di fondamentale aiuto”. Il referente del centro operativo di protezione civile Roberto Santacroce ha spiegato che sabato, oltre ai diversi gazebo collocati in piazza Cavalli si terrà un convegno presso l’auditorium Sant’Ilario – moderato dal direttore di Telelibertà Nicoletta Bracchi – attraverso il quale sarà possibile confrontarsi sulla formazione e sull’esercitazione dei cittadini: “Fattori fondamentali per promuovere la cultura di protezione civile“.

A nome di Anpas e Communications Emergency Rescue Piacenza sono intervenuti anche Pino Tomeo e Mariangela Mori: “Questa campagna mira a mettere al centro della prevenzione il cittadino” ci sarà una piazza fisica il 15 ottobre e una piazza digitale che si trova sulla pagina Facebook “io non rischio Piacenza” già attiva da giorni. Infine, oltre alle iniziative in programma nel centro storico, i vigili del fuoco apriranno la loro caserma al pubblico per la giornata di sabato 15 ottobre.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà