Pm10, quinto sforamento. Misure emergenziali anche domani e venerdì

19 Ottobre 2022

Quinto giorno consecutivo di sforamento delle polveri sottili ieri a Piacenza. I valori registrati dalle centraline Giordani Farnese e Montecucco erano rispettivamente 62 e 51 microgrammi per metro cubo. Il limite è 50.

A Piacenza, così come nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena, prosegue l’emergenza da Pm10 a seguito dell’odierno bollettino di controllo e previsione emesso da Arpae.

Anche nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21 ottobre, pertanto, resteranno in vigore le misure aggiuntive di limitazione al traffico che dispongono, oltre alle categorie già oggetto di restrizioni nei giorni feriali, il divieto di circolazione per i diesel Euro 4, sempre tra le 8.30 e le 18.30. Contestualmente, si protrae il divieto assoluto di combustioni all’aperto di qualsiasi tipologia (falò, barbecue, fuochi d’artificio) e di spandimento di liquami zootecnici, con la sola eccezione delle tecniche basate sull’interramento immediato e iniezione diretta al suolo.

Si ricorda che le misure emergenziali prevedono inoltre, nei periodi in cui è consentita l’accensione del riscaldamento, l’obbligo di ridurre le temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti riscaldati, non superando i 19°C in case, uffici, luoghi ricreativi, sedi associative o di culto e attività commerciali, nonché i 17°C negli immobili ad uso industriale e artigianale. Tale limitazione non si applica in ospedali e case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive. In caso di emergenza sarà inoltre fatto divieto, in presenza di impianti di riscaldamento alternativi, di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, con prestazioni energetiche ed emissive inferiori alle 4 stelle.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà