Provincia

Oggetti volanti non identificati:
il “Mistero” della Valtrebbia

23 gennaio 2013

La troupe di Mistero sulle rive del Trebbia

Oggetti volanti non identificati, apparizioni di creature inquietanti, addirittura un varco che permetterebbe di entrare in un’altra dimensione. La Valtrebbia si conferma un luogo magico e questa sera il programma “Mistero” cercherà di fare luce sugli episodi più clamorosi registrati da quarant’anni a questa parte. L’appuntamento è per le ore 21.10 su Italia Uno.
«Finalmente ho potuto occuparmi di enigmi piacentini, tra l’altro in una zona, la Valtrebbia, che amo particolarmente», dice la pontolliese Nicole Pelizzari, inviata speciale dello show più soprannaturale della tivù.
La conduttrice racconta di aver raccolto testimonianze da «mettere i brividi», soprattutto in merito all’apparizione dell’ “uomo falena” alle terme di Bobbio nei primi anni Settanta. Quest’umanoide sarebbe stato avvistato in diverse parti del mondo e tutti i testimoni hanno riferito descrizioni sostanzialmente simili. L’ufologo Elvio Fiorentini, curatore del sito soprannaturale. it, nell’intervista rilasciata al programma rilancia: «Anche l’ex custode delle terme ha visto l’“uomo falena” sul Trebbia. La sua versione dei fatti è stata confermata dai familiari e da un dipendente dell’Anas». La troupe di “Mistero” ha fatto tappa pure a Rivergaro per ricostruire, attraverso gli articoli di Libertà raccolti dal giornalista Michele Borghi, la lunga lista di avvistamenti di ufo in Valtrebbia. «Con una puntatina in Valnure – precisa Nicole – poiché ai piedi del colle del Bernino, a Pontedellolio, c’è una casa rimasta famosa per un veglione di Capodanno interrotto anni fa da inspiegabili fasci di luce».
Il reportage proseguirà con la testimonianza di una signora in merito ad un incontro ravvicinato del quarto tipo, ovvero un rapimento da parte di alieni. «L’episodio sarebbe accaduto 15 anni fa nei dintorni di Albone», conclude Fiorentini. Gran finale con l’approfondimento sul caso Zanfretta, il metronotte che sarebbe in grado di interagire con gli extraterrestri grazie ad una porta segreta verso altre dimensioni. Lo “stargate” si troverebbe a Marzano di Torriglia, nel Genovese.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE