Irene Grandi scalda Fiorenzuola inaugurando il Festival Blues e la 6 Giorni

30 Giugno 2021

Se da mercoledì 30 al velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola prende il via una settimana di grandi sfide sportive con protagonisti campioni e campionesse che saranno in gara a Tokyo nelle specialità del ciclismo su pista, a farla da padrona nella serata di martedì 29 è stata la buona musica italiana. Era la prima, elettrizzante tappa nazionale del nuovo tour di Irene Grandi, “Io in blues”, invitata dalla Coop Fedro come evento di anteprima del Festival Blues.
Assolutamente esplicativo è il titolo del tour della Grandi. La “cantantessa”, accompagnata dai fedeli musicisti Max Frignani alla chitarra, Piero Spitilli al basso, Fabrizio Morganti alla batteria e Pippo Guarnera all’organo Hammond, ha passato in rassegna, con la grinta, l’energia solare e la prestanza vocale che da sempre la contraddistinguono, alcuni dei suoi successi più “bluesy” ma anche e soprattutto omaggi alle sue radici, da Otis Redding ad Etta James, passando per alcuni cantautori internazionali e italiani che hanno più frequentato il bues.
Musica e sport sono andati dunque a braccetto. Tanti applausi alla doppia inaugurazione e anteprima di ieri sera al velodromo “Pavesi”, dove la grande cantautrice rock fiorentina è stata l’eccellente madrina del gala benaugurale della 6 Giorni delle Rose, in sinergia con il Comune di Fiorenzuola e il festival “Dal Mississippi al Po” di Fedro, che ha così giocato uno degli assi della XVII edizione.

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà