Provincia

Provincia, ancora dieta. Quasi dimezzati i buoni pasto dei dipendenti

11 ottobre 2012

Provincia ancora più a dieta, quasi all’osso. Una determina dirigenziale, pubblicata oggi sul sito della Provincia, ha ufficializzato il taglio sul valore dei buoni pasto (circa un terzo della somma), che passano dagli undici euro per i dipendenti (dieci per i dirigenti e le posizioni organizzative) ai sette attuali. Gli interventi di riduzione della spesa hanno già riguardato, in corso Garibaldi, l’intera struttura: dalle scelte più banali, come lo stop agli sprechi su carta e acquisti della cancelleria, fino alle decisioni più significative, quali la scelta di non pagare più l’affitto per il polo di protezione civile di via Pennazzi (320 mila euro annui) o la messa in vendita dei beni di proprietà, quali una dimora in via Dieci giugno (sede dell’Anpi, associazione a cui la Provincia sta cercando una nuova sede). Il taglio di risorse previsto per la fine dell’anno ammonta a circa due milioni e mezzo di euro, come annunciato dal presidente della Provincia, Massimo Trespidi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE