Confagricoltura

“Le novità del greening rischiano di creare problemi agli agricoltori”

22 settembre 2017

“E’ bene che nei prossimi mesi, quando gli agricoltori si accingeranno a pianificare le semine, considerino le novità introdotte per quanto riguarda il greening (le pratiche agricole benefiche per clima e ambiente che consentono di ricevere il contributo Pac), perché potrebbe esserci qualche problema”. L’avviso arriva da Giovanni Marchesi, vicedirettore di Confagricoltura Piacenza e responsabile dei servizi tecnici.
La Commissione Europea ha infatti licenziato un nuovo regolamento che introduce importanti modifiche alle norme in vigore per la Pac. Le novità più significative toccano le aree a interesse ecologico del greening. “Preoccupa, in particolare – sottolinea Marchesi – il divieto d’uso dei prodotti fitosanitari sulle coltivazioni per il greening. Sono soggette al divieto anche le specie proteiche coltivate con finalità produttiva come la soia, il pisello, il fagiolino e l’erba medica. Quest’ultimo aspetto – rimarca l’associazione – è stato aspramente contrastato da Confagricoltura perché imporrà un drastico cambiamento nelle abitudini degli agricoltori che hanno utilizzato dette coltivazioni per le aree ecologiche in questi anni. Alcuni aspetti devono poi essere ulteriormente chiariti, ad esempio, non sappiamo se vi sia la possibilità di concimare su queste superfici. Purtroppo fino a quando il ministero dell’Agricoltura non emanerà un apposito decreto – spiega Marchesi – non possiamo rispondere alla domande che ci vengono quotidianamente poste”.

LA NOTA DI CONFAGRICOLTURA SUL GREENING

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE