A Castel San Giovanni plebiscito per la Lega e per Valentina Stragliati

28 Gennaio 2020

Alle elezioni regionali 2020 trionfo del centrodestra a Castel San Giovanni dove, oltre all’affluenza massiccia (60% contro il 36% del 2014), si è registrata anche la vittoria schiacciante di Lucia Borgonzoni che ha conquistato il 63% dell’elettorato, soprattutto attraverso la Lega (50,2%) e FdI (12,3%). Stefano Bonaccini, riconfermato presidente della regione Emilia Romagna, non è andato oltre il 32%, con il Pd inchiodato al 21%. Castel San Giovanni vanta anche un neo consigliere regionale: Valentina Stragliati, della Lega, che ha ottenuto 3.984 voti nella provincia di Piacenza e quasi mille nel comune della Val Tidone dove ricopre la carica di assessore alla sicurezza. Stragliati, 36 anni, rappresenta una new entry piacentina nel consiglio regionale. Il collega di partito, Matteo Rancan, il piacentino più votato in assoluto con oltre 9mila preferenze, a Castel San Giovanni ne ha raccolte solo 184. Giancarlo Tagliaferri di FdI, anche lui confermato in regione, ha ottenuto 113 preferenze. Sul fronte del centrosinistra è stata Katia Tarasconi a raccogliere più voti (167), seguita da Lucia Torretta di “Bonaccini presidente” (159) mentre Roberto Pasquali, sindaco di Bobbio, ha chiuso la partita con una manciata di preferenze (24). Non è andata meglio a Massimo Castelli, sindaco di Cerignale, nella lista Emilia Romagna Coraggiosa Ecologista (54).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà