Dalla Regione 153mila euro. Fino 5mila euro per spese nel lockdown

24 Luglio 2020

Quasi 154mila euro per il Terzo settore della provincia di Piacenza sono le risorse che la Regione Emilia-Romagna, utilizzando fondi nazionali, destinerà agli Enti colpiti dall’emergenza Covid-19, in sofferenza economica per la sospensione delle attività e per i costi extra sostenuti a causa della riorganizzazione dei servizi. Un sostegno che è parte dei 2,5 milioni di euro messi a disposizione per l’intera regione.

La Giunta regionale ha infatti approvato in questi giorni il bando rivolto a organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale – comprese le società sportive, purché iscritte al registro regionale – presenti su tutto il territorio: una realtà che garantisce servizi e supporto alle famiglie e alle persone fragili e che in Emilia-Romagna comprende 2.893 organizzazioni di volontariato e 4.913 associazioni di promozione sociale. L’obiettivo è quello di dare continuità all’attività ordinaria degli Enti, garantendo l’adeguamento e la prosecuzione di servizi messi a rischio per effetto della pandemia.

C’è tempo dal 3 agosto all’11 settembre per fare domanda, con contributi fino a 5mila euro che andranno a sostenere le spese sostenute tra l’8 marzo e il 31 agosto, dall’affitto degli immobili all’acquisto di dispositivi di protezione individuale, dall’igienizzazione degli ambienti ai costi per il personale.

Al bando possono accedere: organizzazioni di volontariato iscritte da almeno un anno nel registro regionale e con almeno 30 soci aderenti; associazioni di promozione sociale iscritte da almeno un anno nel registro regionale e con almeno 100 soci aderenti (condizione valida anche per le società sportive); associazioni di promozione sociale con sede in Emilia-Romagna non iscritte nel registro regionale ma iscritte da almeno un anno nel registro nazionale in qualità di enti affiliati e con almeno 100 soci aderenti.

I requisiti di iscrizione di almeno un anno e del numero minimo dei soci devono essere accertati alla data di approvazione del bando (13 luglio 2020).

Le richieste di contributo dovranno essere presentate per via telematica, sottoscritte dal legale rappresentante e corredate della relativa documentazione, dalle ore 10 del 3 agosto alle ore 13 dell’11 settembre 2020 utilizzando il servizio on-line disponibile alla pagina del sito web Ersociale: compilando la modulistica e corredandola degli allegati previsti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà