Sovramaturazione del pomodoro, in arrivo gli indennizzi dal Ministero

28 Agosto 2020

Via libera del Ministero delle Politiche agricole agli indennizzi per gli agricoltori danneggiati
dall’accelerazione della maturazione del pomodoro e che a causa dell’anomalia climatica estiva non riusciranno a conferire il loro pomodoro agli impianti di trasformazione.

La conferma è arrivata durante l’incontro a Parma tra l’assessore regionale all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna Alessio Mammi, il presidente della Organizzazione Interprofessionale del pomodoro da industria del nord Italia, Tiberio Rabboni, e gli esponenti della filiera del Nord Italia.

Il Ministero ha autorizzato “in via eccezionale e limitatamente alla campagna in corso, nell’ambito delle misure di prevenzione e gestione delle crisi dei programmi operativi, l’attivazione della misura di ‘mancata raccolta’ del pomodoro coltivato in pieno campo, destinato alla trasformazione industriale e oggetto di contratti stipulati tra organizzazioni di produttori e industrie di trasformazione”.

La visita è stata anche l’occasione per un primo bilancio della campagna di raccolta, consegna e trasformazione, che ha già lavorato oltre il 50% della materia prima. Il prodotto conferito è di qualità, con un gradi brix di 4,99,  infestato solo in casi da episodi di ragnetto rosso.

Analizzati anche i “Gruppi operativi per l’innovazione” che prevedono l’uso delle immagini satellitari per lo studio delle coltivazioni in campo, oltre al sistema Idra che permette di migliorare la difesa fitosanitaria contro l’acaro che minaccia la coltivazione del pomodoro da industria.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà