Elettrodomestici, cucina
e bagno: piccoli gesti per ridurre lo spreco d’acqua

26 Giugno 2022

 

Per ridurre il consumo di acqua il modo più immediato ed efficace è fare attenzione agli sprechi.
Le pubbliche amministrazioni possono sistemare le condutture, spesso veri e proprie colabrodo, e controllare le imprese (non solo agricole) che ne disperdono grandi quantità.
Ma ciascuno di noi può fare la propria parte in casa, con piccoli accorgimenti che sembrano banali e che, in realtà, non sono così scontati.
In bagno, ad esempio, chiudiamo il rubinetto mentre ci insaponiamo le mani, laviamo i denti e ci radiamo la barba. Si risparmiano almeno 6 litri d’acqua al minuto.
Non usiamo il water come se fosse un cestino per la spazzatura, buttandoci di tutto e tirando spesso lo sciacquone (con un risparmio di circa 10 litri d’acqua per scarico).
Facciamo docce rapide (considerando che si consumano almeno 10 litri al minuto) e utilizziamo la vasca, e i suoi 150 litri per riempirla, il meno possibile.
In cucina, mettiamo frutta e verdura in ammollo e non sotto il getto corrente per lunghi minuti. L’acqua della ciotola usiamola poi per innaffiare le piante di casa.Attenzione anche agli elettrodomestici: effettuiamo lavaggi a pieno carico per lavatrice e lavastoviglie, evitiamo il prelavaggio, puliamo le guarnizioni e i filtri. Usiamo cicli rapidi e a basse temperature, poi niente asciugatura né per stoviglie né per panni. Il frigorifero va collocato nella parte più fresca della cucina, lontano da fonti di calore (dai fornelli, dal forno) e ad almeno cinque centimetri dal muro.
Per il ferro da stiro, un trucco per risparmiare è quello di usare l’acqua del deumidificatore o del condizionatore essendo questa priva di calcare.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà