Ricarica veloce delle auto:
i Supercharger Tesla aperti anche ad altri brand

03 Dicembre 2022

Lanciato nel novembre 2021, il progetto pilota per stazioni Supercharger di Tesla aperte a veicoli di altre marche si espande in Italia.
Da qualche giorno le stazioni di ricarica selezionate sono aperte ai proprietari di vetture elettriche non Tesla.
In totale, sono 20 stazioni e 174 singoli Supercharger a far parte del progetto pilota in Italia, rendendola una delle più grandi reti di ricarica ad alta potenza del Paese.
Una espansione che rafforza il primo posto della rete Supercharger (> 150 kW) in Europa, dove sono presenti più di 10.000 punti di rifornimento.
Le stazioni sono accessibili ai conducenti di veicoli elettrici tramite l’app Tesla. Il progetto pilota introduce anche una soluzione di abbonamento a pagamento. I clienti non Tesla possono scegliere di pagare una quota di abbonamento mensile nell’app per accedere a prezzi al kWh normalmente riservati ai clienti dell’azienda di Elon Musk. I non abbonati avranno accesso al servizio, ma a un prezzo al kWh più elevato.
Le tariffe, che possono variare in base al sito di ricarica, sono visualizzabili nell’app Tesla.

[email protected]

© Copyright 2023 Editoriale Libertà