Guarito dal Coronavirus

La partita più dura di mister Manzo: “Non dormivo per paura di non svegliarmi più”

16 novembre 2020

“Lo ammetto, me la sono vista brutta. Addirittura, certe notti sono rimasto sveglio per il timore di non svegliarmi più il giorno dopo. E’ una malattia davvero terribile e per questo mi sento di lanciare un messaggio: non abbandoniamo le persone che si ammalano di Covid. La solitudine, in certi momenti, è davvero devastante”.

E’ la toccante testimonianza di Vincenzo Manzo, allenatore del Piacenza Calcio che – dopo 35 giorni di pura odissea – è riuscito a vincere la partita più importante di tutte: quella per la vita. Il tecnico biancorosso ha raccontato, nell’ultima puntata di Zona Calcio in onda su Telelibertà, la sua lunga battaglia contro il Covid, iniziata il 10 ottobre e terminata solo qualche giorno fa.

“Indescrivibile l’emozione che ho provato nel rimettere piede in campo – ha proseguito il mister campano – dopo il periodo più difficile della mia vita. Tra crisi respiratorie e attacchi di panico, mi hanno salvato la vicinanza di mia moglie, dei figli e della società: mi sono sempre stati vicino attraverso messaggi e telefonate quotidiane. Non ce l’avrei fatta senza di loro. Per questo – sottolinea Manzo – dobbiamo stare vicini a tutti coloro che si ammalano di Covid. Solo così possiamo sperare di alleviare sofferenza e solitudine”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Provincia Sport