Manzo, addio amaro: “Devo rispettare le scelte della società”

25 Gennaio 2021

Il suo volto è scuro, la voglia di parlare poca. Un sorriso, però, gli scappa quando vede uscire i giocatori dalla pancia del Garilli, oggi non è lui a condurre l’allenamento in palestra ma non perde l’occasione di un ultimo saluto. Qualche abbraccio, due parole e via.

Così mister Vincenzo Manzo si è congedato questo pomeriggio dall’ambiente biancorosso: dopo mezza stagione al timone, infatti, il tecnico campano è stato esonerato in mattinata. Assieme a lui hanno salutato anche il suo vice, Manuel Lunardon, e il diesse Simone Di Battista. Fatale la sconfitta di domenica contro il Grosseto, così come una vittoria che manca da troppo tempo.

“I sogni e i desideri erano altri – spiega con un filo di voce Manzo – però il calcio è anche questo. Sono stati cinque mesi molto intensi: ho dato tutto me stesso per questa avventura ma evidentemente non è bastato. Porterà sempre il Piace nel cuore e ringrazio la società che mi ha concesso questa opportunità. Tiferò Piacenza per sempre. Questa decisione non l’ho presa io, è stata la dirigenza a decidere. Posso capire la situazione: con la squadra terzultima è stato deciso di dare una sferzata e in questi casi a rimetterci è sempre l’allenatore”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà