I giovani canottieri della Vittorino in acqua nel ricordo di Francesco Solenghi

06 Ottobre 2021

Un intero pomeriggio sulle acque del Po per diffondere tra i giovani l’amore e la passione per il canottaggio, ma anche per ricordare Francesco Solenghi, indimenticato allenatore della squadra agonistica della Vittorino da Feltre, prematuramente scomparso otto anni fa.

E’ così che ha preso vita e si è svolta, nei giorni scorsi, la settima edizione del “Memorial Francesco Solenghi”, manifestazione organizzata dalla società del presidente Gianluigi Tedesco, che ha visto scendere in acqua sul Po numerosi equipaggi giovanili biancorossi, per un’esibizione non agonistica che ha richiamato l’interesse e la partecipazione di un folto pubblico.

“Un evento – hanno sottolineato Tedesco e il consigliere delegato al canottaggio, Valentina Gobbi – organizzato per continuare una tradizione ormai consolidata nel ricordo di Francesco Solenghi, un tecnico che ha davvero dato tanto alla Vittorino, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche sotto l’aspetto umano. Oggi la nostra squadra agonistica di canottaggio conta più di settanta tesserati nelle varie categorie giovanili, un numero in continua crescita e credo che di questo Solenghi sarebbe sicuramente orgoglioso”.

A conclusione delle esibizioni sulle acque del Po, si è svolta la cerimonia di consegna della borsa di studio in memoria di Solenghi. Istituita dai famigliari del tecnico bianco-rosso, è stata assegnata, per meriti sportivi e scolastici, a Gemma Ghinelli, studentessa del liceo sportivo Respighi di Piacenza, che nell’ultima stagione sportiva ha collezionato il quarto posto in singolo al Campionato italiano esordienti, ma anche la finale nel doppio misto, in coppia con Luca Preti, agli italiani societari. La consegna è stata effettuata da Claudia e da Lorenzo Solenghi, rispettivamente moglie e fratello dell’indimenticata tecnico biancorosso.

circolo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà