Altri cinque morti e 48 nuovi contagi tra i piacentini. “Ma la crescita sta rallentando”

06 Marzo 2020

Cinque decessi e 48 contagiati in più rispetto a ieri. E’ pesante anche oggi, venerdì 6 marzo, il bollettino ufficiale per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus nella nostra provincia.
I cinque piacentini morti sono 4 uomini (rispettivamente di 77, 82, 83, 85 anni) e una donna di 94 (tutti deceduti al nosocomio di Piacenza), a cui si aggiungono due donne della provincia di Parma, di 84 e 68 anni, decedute all’ospedale parmense
Con questi ultimi il bilancio relativo all’ospedale di Piacenza sale a 24: 19 piacentini e 5 lodigiani.
“La grande maggioranza delle persone decedute, 37 in totale in Emilia Romagna – spiega la Regione – aveva patologie pregresse, a volte plurime; per un decesso sono invece ancora in corso gli approfondimenti”.

In Emilia-Romagna sono complessivamente 870 i casi di positività al Coronavirus, 172 in più rispetto all’aggiornamento di ieri pomeriggio. E passano da 2.884 a 3.136 i campioni refertati.
In dettaglio, i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi, sono così divisi: 426 Piacenza (48 in più rispetto a ieri), 180 Parma (31 in più), 93 Rimini (25 in più), 73 Modena (28 in più), 44 Reggio Emilia (13 in più), 41 Bologna (22 in più rispetto a ieri), 4 Forlì-Cesena,(in numero stabile rispetto a ieri), 8 Ravenna (5 in più rispetto a ieri). Per la prima volta si riscontra 1 caso positivo nella provincia di Ferrara.

Si conferma anche oggi che si tratta in maggioranza di persone che presentano un quadro clinico non grave, con sintomi modesti o addirittura privi di sintomi. 366 sono infatti i pazienti che non necessitano di cure ospedaliere e quindi sono a casa, dove rispettano l’isolamento previsto; 52 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (20 in più rispetto a ieri).
Tra ieri e oggi, è aumentato, passando da 10 a 17 il numero delle guarigioni, 16 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e una dichiarata guarita a tutti gli effetti perchè risultata negativa in due test consecutivi; ma purtroppo sale anche il numero dei decessi, passati da 30 a 37.

Il Commissario regionale Sergio Venturi ha sottolineato un piccolo segnale positivo per la nostra provincia: “La crescita media dei contagi in Emilia Romagna è del 25% al giorno, ma a Piacenza è del 10%. Speriamo che sia l’inizio di un trend di rallentamento, specialmente nella provincia della regione più colpita”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà