Coronavirus, provincia di Piacenza “chiusa” fino al 3 aprile. Si potrà entrare e uscire solo per “motivi gravi”

07 Marzo 2020

Da domenica 8 marzo al 3 aprile dalla provincia di Piacenza si potrà “entrare e uscire solo per gravi e indifferibili esigenze lavorative o di emergenza”.

E’ quanto prevede il decreto con le nuove misure che verrà emanato nelle prossime ore dal governo per fermare il contagio da coronavirus.

Il provvedimento riguarda la Lombardia e altre undici province compresa quella di Piacenza. (Le altre sono Modena, Parma, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria).

La notizia per la quale si attende l’ufficializzazione è stata pubblicata sui siti dei principali quotidiani nazionali. La situazione è in evoluzione, al momento in base a quanto si è appreso le lezioni scolastiche saranno sospese, le aziende resteranno aperte e non ci sarà l’Esercito a presidiare il territorio.

Sull’intero territorio nazionale, in base alla bozza del decreto, sarebbero sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati”.  I bar e ristoranti possono rimanere aperti se riescono a garantire la distanza di un metro tra un cliente e l’altro.

In caso di violazione alle norme sono previste sanzioni.

Bozza decreto

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà