Astra, stop fino al 18 marzo. I sindacati: “Riorganizzazione per la salute”

12 Marzo 2020

Lo stabilimento Astra di Piacenza rimarrà fermo fino a mercoledì 18 marzo per i timori legati all’emergenza coronavirus. Per lo stesso motivo, stop agli stabilimenti Cnh Industrial di Suzzara (Mantova) e di Brescia, ma fino a lunedì 16. Mentre il polo di San Mauro (Torino) risulta fermo per l’accertamento di due casi di contagio. Lo hanno reso noto Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Associazione Quadri

I sindacati chiedono in queste ore “di verificare fermate analoghe per permettere in tutti gli stabilimenti la riorganizzazione utile a migliorare la condizione di salute e sicurezza”.

“Abbiamo avuto con Cnh Industrial – spiegano i sindacati in una nota – una call conference per fare il punto della situazione. Si stanno portando avanti misure quali la interruzione delle trasferte, dei meeting e delle attività formative, la diminuzione e lo scaglionamento dell’affluenza nelle mense, la sanificazione degli ambienti e dei servizi, la più ampia diffusione possibile dello smartworking negli uffici, la adozione della distanza minima di sicurezza di un metro fra le postazioni nei reparti produttivi, la possibile riduzione dell’utilizzo degli spogliatoi, l’organizzazione delle pause come individuali e non collettive, la assegnazione delle mascherine nelle postazioni più critiche. In Cnh Industrial tali misure risultano talvolta molto complesse da attuare nei reparti produttivi”.

I sindacati sono invece soddisfatti per lo stadio di avanzamento nell’organizzazione dello smartworking con 4.600 persone coinvolte su quasi 6.700.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà