Libri scolastici, Confesercenti: “Stop alla concorrenza sleale online”

21 Ottobre 2021

“Dopo un mese dall’inizio delle lezioni almeno il 20% degli studenti è senza libri. Dove sono spariti i volumi stampati? Come mai alcune piattaforme online hanno testi mai arrivati nei negozi?”. E’ la presa di posizione di Nicola Maserati, presidente provinciale di Confesercenti, dopo la riunione del Sil (Sindacato italiano librai e cartolibrai) convocata a Roma qualche giorno fa.

“La recente legge sul libro – commenta Maserati – ha dato una nuova linfa vitale alle attività. Ora bisogna lavorare per la promozione alla lettura e si chiede al governo di riproporre, in modo strutturale tutti gli anni, la “tax credit” e il bando per le biblioteche, oltreché di rivedere le regole della 18app che nell’ultimo anno ha avuto un calo notevole. E una strada da percorrere è la gratuità dei libri per la scuola dell’obbligo tramite buoni acquisto per le famiglie”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà