Botta e risposta

Ospedale, polemica tra comitati: “Nuovo ospedale alla ex Pertite per realizzare anche il parco”; “Possibilità assurda”

12 giugno 2018

“La realizzazione dell’ospedale nuovo alla ex Pertite è una occasione unica per riuscire a sbloccare in contemporanea i lavori di bonifica e recupero del parco, a cui noi aneliamo non meno di chi votò al referendum nel 2011”.
E’ chiara la posizione del neonato “Comitato provinciale per l’ospedale nuovo”, composto da professionisti di varia estrazione. I quali, precisano con una nota, hanno come “priorità indiscussa la realizzazione del nuovo nosocomio”, ma coltivano anche “la volontà di agganciare questa opportunità al sogno di realizzare finalmente in contemporanea il parco della Pertite. Questa non è una contraddizione – aggiungono – infatti per tanti concittadini la realizzazione del polo sanitario in quella locazione consentirà di passare dai sogni alla realtà di un parco realizzato e non solo sognato. Tanto più che la realizzazione dell’ospedale nuovo non prevede consumo di bosco: infatti, l’area attualmente occupata da strade, piste, aree cortilizie ed edifici è di 114.000 metri quadri (di queste gli edifici coprono un’area di 45.000 mq) ed è su questa area che andrebbero ad insistere costruzioni, viabilità e parcheggi del nuovo ospedale. Gli attuali 160.000 metri quadri a bosco – prosegue il comitato – non verrebbero toccati, anzi verrebbero molto più che mantenuti, cioè bonificati e resi fruibili per i cittadini con la cura del verde necessaria affinché un bosco di pianura possa essere cresciuto, non come ora che, essendo abbandonato a se stesso, rischia la morte”.

LA REPLICA DEGLI “AMICI DELLA PERTITE”
Immediata è arrivata la replica del comitato “Amici della Pertite”: “Il comunicato ripropone motivazioni non vere che sono state ampiamente già sconfessate da prese di posizione del comitato Pertite, tra cui l’assurda possibilità che un parco possa coesistere con un grande ospedale, che l’ubicazione sia la migliore dal punto di vista viabilistico, che non ci sarebbe consumo di suolo, che si troverebbe in posizione distante da luoghi sensibili e via di questo passo”.
Lo stesso comitato invita tutti i consiglieri comunali a prendere “in seria considerazione la chiara e forte posizione che, con coerenza e convinzione, ha espresso, nell’ultimo consiglio comunale il sindaco di Piacenza, a cui va il nostro appoggio e la nostra solidarietà”.

IL COMUNICATO DEL COMITATO PER IL NUOVO OSPEDALE
LA RISPOSTA DEL COMITATO AMICI DELLA PERTITE

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE