Assenteismo

Furbetti del cartellino: 10 dipendenti licenziati, dirigenti sostituiti e 32 sanzioni

26 ottobre 2017

Si sono conclusi oggi, 26 ottobre, in coincidenza con la scadenza dei termini, i lavori deIl’Ufficio Procedimenti Disciplinari (UPD) del Comune di Piacenza che erano iniziati il 28 giugno scorso, a seguito delI’ordinanza del Gip presso il Tribunale di Piacenza, relativa ai fatti di assenteismo di 49 dipendenti.

“L’istruttoria condotta dalI’Udp ha comportato un lungo ed impegnativo lavoro di analisi dei documenti e di corrispondenza elettronica – si legge in una nota del Comune – audizioni di persone informate sui fatti, oltre a quelle di tutti i dipendenti interessati, assistiti dai loro avvocati, ed il successivo vaglio delle memorie di difesa prodotte dai legali”.

Bilancio: 10 licenziamenti, tre casi archiviati per assenza di elementi disciplinari, 2 procedimenti sospesi, in attesa della definizione del procedimento penale, 32 sanzioni conservative del posto di lavoro, con sospensione dal servizio e dall’erogazione dello stipendio da un minino di 5 giorni a un massimo di 4 mesi, cui sono conseguiti anche diversi trasferimenti o cambi di mansione. 

In uno dei casi più gravi, un dipendente è andato in pensione appena dopo i fatti accertati dall’Autorità giudiziaria e il Comune richiederà i danni sia materiali che d’immagine nelle dovute sedi. Rispetto ai dirigenti e alle posizioni di responsabilità ai vertici delle strutture interessate, alla scadenza del mandato amministrativo, nessuno di costoro ha visto rinnovata la propria posizione e i dirigenti delle strutture interessate sono stati tutti sostituiti” – prosegue la nota.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE