Sanzioni da 100 euro

Bomba d’acqua in arrivo. Prefetto e Forestale: “No a campeggi vicino ai fiumi e rispetto delle regole”, 15 multe in un mese

24 agosto 2018

Dopo la tragedia che si è consumata in Calabria, dove 10 persone hanno perso la vita a causa della piena del torrente Raganello, il Prefetto di Piacenza Maurizio Falco interviene e si appella alla popolazione affinché utilizzi massima cautela alla luce del repentino cambiamento del meteo previsto nelle prossime ore quando, anche sulla provincia di Piacenza, si abbatteranno violenti temporali con possibili nubifragi e rischio idrogeologico elevato.

Il Prefetto invita a prestare attenzione soprattutto nelle vicinanze dei fiumi e di rispettare le regole e i divieti presenti sul territorio. A vigilare sui comportamenti dei cittadini ci saranno i carabinieri della Forestale che proprio nel weekend intensificheranno i controlli con oltre 10 uomini presenti in Val Nure, Val Trebbia e Val d’Aveto.

“Non saranno tollerati comportamenti che possano mettere in pericolo la vita delle persone – hanno fatto sapere Falco e il comandante della Forestale Enzo Compagnin – con la bomba d’acqua in arrivo non si scherza. Ci si deve informare prima dei rischi e pericoli”.

Da luglio ad oggi sono già state elevate 15 multe di cui, solo nella settimana di Ferragosto, 9 per divieto di campeggio e due per accensione di fuochi e meno di cento metri da un’area boschiva, nelle zone della Val Nure e Val Trebbia.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Provincia Val Nure Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE