Età si abbassa

Anoressia: casi già a 8 anni. La storia di Emma che ce l’ha fatta

15 marzo 2019

Chiedere aiuto, aprirsi, accettare il sostegno della famiglia e degli amici. E’ passato attraverso questo percorso il cammino di guarigione dall’anoressia di Emma, una ragazza ventenne che oggi, 15 marzo, in occasione della ricorrenza del fiocchetto Lilla, ha raccontato la propria esperienza dando un messaggio di speranza. A 12 anni ha iniziato a diminuire le porzioni di cibo assunte fino poi a smettere del tutto. E’ stata la mamma a cogliere i primi segnali e ad affidarla a mani esperte, al centro per i disturbi alimentari dell’ospedale di Piacenza.

Per discutere del tema l’associazione “Il vaso di Pandora” ha organizzato un incontro al Circolo dell’Unione dove si è esibita la ballerina Eleonora Lambertini diretta da Giuseppina Campolonghi. Purtroppo i dati parlano chiaro: l’età di insorgenza della malattia si è ulteriormente abbassata. Già a 8 anni si registrano i primi esordi. La giornata ha rappresentato l’occasione per l’associazione di annunciare l’apertura a maggio di un centro studi di ricerca a Piacenza.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE