Basket

Beffa Assigeco: sempre avanti contro Ravenna, si fa superare al traguardo

8 ottobre 2018

Perfetta fotografia di una beffa. Per l’esordio in campionato, l’Assigeco Piacenza mette sotto di brutto la titolata Ravenna almeno per metà partita, poi regge il confronto nel terzo periodo, salvo poi inchinarsi al prepotente ritorno dei giallorossi di Mazzon, vincenti alla fine per 80-79. Il killer dell’Assigeco è Montano, che a 5 secondi dalla fine firma il primo e unico sorpasso esterno della serata. Poi Murry non è baciato dalla fortuna sul tiro dell’ultima speranza. E così, sulla sirena, a Piacenza rimangono in mano i cocci di un esordio che poteva essere ben diverso, avvelenato solo da sfumature comunque pesantissime.

La prestazione di spessore è una magra consolazione di fronte a questa occasione fuggita via, due punti che avrebbero significato tantissimo per un gruppo a cui nulla si può rimproverare sul piano emotivo e caratteriale, ma incapace di piazzare il colpo del ko e poi di smarrire un filo di lucidità proprio quando sarebbe servita come l’ossigeno. Coach Ceccarelli, a fine gara, si addosserà la colpa di aver dato poco spazio alla panchina, spremendo così troppo il quintetto base, arrivato stremato sotto allo striscione del traguardo. Sarà, ma la sensazione è che le rotazioni da monetizzare fin da subito, per quanto visto fin qui, siano veramente ridotte all’osso.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE