La rustisana piacentina: quando stagionalità fa rima con bontà

Di Debora Saccardi 19 Agosto 2021

La rustisèda del territorio piacentino, è una ricetta tipica della campagna e della montagna, un piatto povero della tradizione contadina.

Non va confusa con la peperonata anche se i peperoni sono tra gli ingredienti principali. Non va nemmeno scambiata per la rosticciata lombarda né con quella trentina. La preparazione milanese è infatti a base di carne di maiale, di solito lonza e salsiccia cotte nella salsa pomodoro accompagnate con polenta o patate, mentre il gröstl trentino si realizza con cipolle, patate, carne e speck.

La nostrana rustisana invece è a base di ortaggi tipicamente estivi: cipolle, patate, peperoni, pomodori e trito di erbe aromatiche.

Nella ricetta originale si preparava usando come condimento burro, strutto e pancetta. La rendevano più saporita e gustosa ma anche più ricca da un punto di vista calorico.

La versione che vi presento oggi, è rivisitata e “alleggerita”, infatti inserirò tra gli ingredienti solo l’olio extravergine d’oliva, eliminando tutte le altre sostanze grasse.

Volendo potete trasformarlo in un piatto unico aggiungendo le uova.

 

La mia ricetta della rustisèda alla maniera piacentina

Ecco qualche precisazione prima di cimentarvi nella preparazione della rustisana.

La cipolla bionda può essere sostituita dalla cipolla bianca o rossa dipende dall’aroma che ricercate, ricordate soltanto che più le cipolle sono vecchie più sono cattive!

Il vino rosso tipo Barbera usato per sfumare i peperoni, può essere sostituito con il Gutturnio.

Per una rustisèda più ricca potete aggiungere anche sedano e carota.

Se decidete di renderlo un piatto unico, le uova vanno aggiunte verso fine cottura, potete lasciarle intere oppure sbatterle leggermente con una forchetta per ottenere l’effetto strapazzato.

 

 

Ingredienti Quantità
Olio extravergine d’oliva ml 100
Aglio n. 1 spicchio
Cipolla bionda g 200
Patate g 300
Peperoni rossi e gialli g 400
Pomodori maturi g 300
Basilico, prezzemolo, rosmarino Un rametto per ogni erba
Sale fino, pepe nero macinato Un pizzico
Vino rosso tipo Barbera ml 100

 

Procedimento

Pelare e sbucciare l’aglio. Pelare e affettare finemente la cipolla.

Pelare e tagliare a fette sottili le patate. Conservarle in una ciotola con acqua.

Lavare, pulire e tagliare a pezzi regolari i peperoni e i pomodori, che andranno privati dei semi.

In una padella aggiungere metà dell’olio, fr imbiondire l’aglio, far appassire la cipolla e rosolare le fette di patate. Cuocere a fiamma moderata per circa 10 minuti.

In un’ altra padella scaldare l’olio rimasto, aggiungere i peperoni e cuocerli a fiamma viva per 5 minuti. Unire i pomodori e cuocere per altri 5 minuti. Mettere insieme i due preparati.

Sfumare con il vino.

Cuocere per circa 15 minuti a fiamma moderata, a metà cottura salare e pepare.

Portare in tavola la rustisana direttamente in padella o casseruola bassa di rame.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà