Fa discutere la futura area artigianale. “Troppo vicina al castello di Rivalta”

10 Marzo 2016

P1030533 (6)-1000

Trentacinque ettari di capannoni in una zona collinare di pregio, la cosiddetta “strada dei valloni” che collega Gazzola a Rivalta. Un’area produttiva che, per il momento, è disegnata soltanto sulle carte del Piano Strutturale Comunale di Gazzola – prossimo all’approvazione – ma che potrebbe diventare realtà nei prossimi anni.

“Il tutto a duecento metri dal Castello di Rivalta e in un’area incantevole” denuncia il consigliere comunale di minoranza Enrico Caccialanza. “Così si distrugge il richiamo turistico per il nostro comune”.

L’area in questione si trova tra Rivalta e Cascina Raviola, lungo la strada per Gazzola, dove si trova in parte un’ex cava oggi ritombata e trasformata in terreno agricolo. Secondo il Psc, che disegna la Gazzola del futuro per i prossimi vent’anni, lì dovrebbe sorgere un’area produttiva artigianale circondata da piantumazioni di alberi che ne mitighino l’impatto.

“Non contestiamo i capannoni, anzi ben vengano nuove attività nel nostro comune – dice Caccialanza -. Ma di certo non possiamo tollerare la scelta politica di posizionare quest’area in una zona collinare dal paesaggio bellissimo, a due passi dal Castello di Rivalta e vicina al Parco del Trebbia. È questo il tipo di sviluppo che si vuole per il nostro territorio? Si facciano capannoni ovunque, ma non qui”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà