Piacenza

Dalla Fondazione un distretto etico per i più poveri: “Non sarà un semplice emporio”

6 luglio 2016

IMG_0081 (14)-1000

Un vero distretto etico al servizio dei più poveri. Nascerà in via Primo Maggio entro la fine dell’anno in un’area di 8mila acquistata dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano grazie a un investimento di 1,6 milioni. Il progetto avrà come fulcro un emporio per alimenti, ma anche vestiario e in generale beni in disuso da metter a disposizione degli indigenti.

Il presidente dell’ente di via Santa Eufemia Massimo Toscani è stato chiaro: “Una struttura votata al recupero delle persone”. Toscani ha chiesto che tutte le realtà del territorio che operano nel campo del sociale collaborino da subito. Nel progetto sono infatti coinvolti anche la Caritas, la Croce Rossa, Confcommercio, lo Svep e il Comune. Proprio lo Svep dovrebbe trasferire in uno degli immobili la propria sede. L’obiettivo è ora quello di far nascere un’associazione che gestisca l’emporio.

QUANDO IL PRESIDENTE TOSCANI ANNUNCIO’ IN ANTEPRIMA IL MERCATO SOLIDALE A “NEL MIRINO”

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Economia e Politica Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE