Piacenza

Lotta all’evasione e aiuto ai giovani imprenditori, la giunta accelera

2 ottobre 2012

Da sinistra, gli assessori Timpano e Romersi

Lotta all’evasione e aiuto all’imprenditoria giovanile. Sono i due fronti su cui la giunta guidata dal sindaco Paolo Dosi ha deciso di accelerare, approvando oggi due importanti provvedimenti.
Il primo riguarda la creazione di una task force che mette assieme tutti gli uffici comunali a caccia di potenziali evasori: come coloro, e ce ne sono tanti anche a Piacenza, che non pagano l’imposta sulla casa, ma che hanno intestate utenze e bollette. Incrociando i dati si potranno “pizzicare”. “Partiremo dalle tasse locali come Imu, addizionale Irpef e dal 2013 anche quella dei rifiuti – spiega l’assessore Pierangelo Romersi – cercando di lanciare soprattutto un messaggio di equità, a tutela di coloro che fanno fino in fondo il loro dovere di contribuenti. Una battaglia che portiamo avanti già da tempo, assieme anche all’Agenzia delle entrate e dei soggetti impegnati nella lotta all’evasione . Nel 2011 gli uffici comunali hanno scovato tasse evase per 1,5 milioni, che dovrebbero salire nel 2012.
Sul fronte dello sviluppo, la giunta ha invece stanziato 50mila euro da mettere nel fondo di garanzia della Camera di commercio, destinato a favorire l’imprenditoria giovanile. “E non sarà il solo intervento – precisa l’assessore Francesco Timpano – perché ne stiamo studiando altri sempre rivolti alle giovani generazioni: le risorse non sono illimitate, ma abbiamo deciso di concentrarci su alcuni progetti specifici che riteniamo possano essere efficaci”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE