Luna Park allo stadio, ma non nel campo di allenamento del Piacenza

16 Aprile 2013

Il Luna Park non si farà nell’ex campo di allenamento del Piacenza. Lo ha deciso la giunta comunale in accordo con gli organizzatori della manifestazione che si terrà in città dal 27 aprile al 26 maggio. Il rischio che la pioggia riducesse il terreno a un pantano e alcuni altri problemi logistici (tipo la mancanza di un accesso adatto al pubblico) hanno consigliato un cambiamento, con l’edizione 2013 del popolare appuntamento che cambia ancora assetto, dopo essere stata “cacciata” dal posteggio di viale Malta dalla rivolta dei residenti della zona.

La nuova e a quanto pare definitiva architettura della manifestazione prevede l’utilizzo di circa un terzo del parcheggio dello stadio (il resto sarà lasciato libero per le auto e i bus in arrivo per l’Adunata nazionale degli alpini del 10-12), in cui verranno posizionate le attrazioni per adulti. Quelle per i bambini, invece, saranno messe pochi metri più in là, nello spazio asfaltato tra la recinzione della curva nord e l’aiuola che arriva in via Gorra. “Lo spirito resta invariato – commenta l’organizzatore Carlo Manucci – e sarà un appuntamento per famiglie e bimbi, aperto a tutta la città. Chiuderemo alle 23.30 e la musica sarà sempre bassa e spenta addirittura prima”. Il 5 maggio, in concomitanza con l’ultima partita casalinga della Lupa Piacenza, il Luna Park resterà chiuso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà