Festa del Pd: Cisini “Confermo il mio impegno ma basta ai vecchi modelli”

06 Luglio 2013

L’ex consigliere comunale Giorgio Cisini conferma il proprio impegno a favore del Pd e della festa di fine estate che quest’anno per motivi economici e organizzativi rischiava di saltare. “Sinceramente commosso per l’attestato di stima espresso dagli amici, prima ancora che colleghi, del Partito Democratico, confermo l’impegno per sostenere la prossima sfida del partito sul territorio. Il mio contributo arriva proprio dalla mia attuale esperienza di presidente Acer che mi ha consentito, in oltre un anno, di ascoltare e toccare con mano le difficoltà oggettive che vive una larga fascia della popolazione, da una parte alle prese con gli effetti di una crisi economica che costringe le famiglie a bilanci quotidiani troppo spesso insufficienti per vivere una vita dignitosa; dall’altra spesso smarrita per uno scenario politico cui non si sente più di appartenere. E’ chiaro a tutti che, in tempi di così grave e difusa crisi, i vecchi modelli non reggono più, a rischio di trovarsi assolutamente fuori sintonia con il sentire comune di chi questa crisi la sta vivendo pesantemente e sulla propria pelle. Serve una nuova visione, una nuova energia per fare sì che la festa sia un momento di presa di coscienza del ruolo del Pd: essere concretamente al fianco di chi cerca di reagire al disagio di un momento sociale ed economico da cui dobbiamo assolutamente uscire. Ecco perché “tortello e ballo liscio” rischiano di apparire il simbolo di chi ancora fatica a capire l’urgenza di una situazione che al “fare” richiede anche l’affiancamento del “pensare” a una nuova concretezza della politica. Serve il contributo di idee da parte di tutti per realizzare un nuovo format finalizzato ad aiutare concretamente chi ha bisogno e che si traduca in azioni a favore delle famiglie in difficoltà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà