Piacenza

Baby boom a Piacenza: parti aumentati del 45% in 9 mesi

3 ottobre 2014

ostetricia, nuove nascite, culle-800

Se in Italia la crisi economica e la mancanza di fiducia nel futuro hanno svuotato le culle con 24mila nati in meno in un solo anno, a Piacenza si registra un vero e proprio record di parti tanto che dalla Regione è arrivata una telefonata al primario del reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale di Piacenza, Marco Zannini per chiedere le motivazioni.

“Non è pura magia ma il risultato di un passaparola tra mamme che hanno vissuto esperienze molto positive a Piacenza grazie alla professionalità e senso di accudimento trovate nel nostro reparto – ha sottolineato il primario -. Avevamo timore che molte donne, dopo la chiusura di Fiorenzuola, decidessero di rivolgersi ad altri centri ma non è stato così” ha sottolineato Zannini che è anche responsabile dell’Unità operativa unificata di Piacenza Fiorenzuola e Castelsangiovanni.

E in effetti la fidelizzazione ha dato risultati eccezionali. Da gennaio ad oggi c’è stato un incremento del 45% delle nascite. “Ci godiamo questo successo – ha aggiunto il primario – con la consapevolezza di aver fatto un ottimo lavoro di integrazione delle due equipe di Piacenza e Fiorenzuola. Ogni mese 150 donne scelgono di partorire a Piacenza e nell’ultimo trimestre c’è stato un ulteriore incremento con quasi 560 parti in tre mesi”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE