Piacenza

Rifondazione sfiducia la giunta Dosi: “Troppo renzismo e promesse disattese”

14 novembre 2014

IMG_1631.JPG

È arrivata nel primo pomeriggio di oggi la conferma di quanto negli ambienti politici cittadini si sapeva già da qualche tempo: “Rifondazione comunista ritiene che non sussistano più le condizioni di una permanenza di “Sinistra per Piacenza” nella maggioranza di governo guidata dal sindaco Dosi, nonostante il grande e non rituale apprezzamento per la qualità del lavoro svolto dal proprio assessore Luigi Rabuffi”.

E’ questo il giudizio espresso all’unanimità dagli organismi dirigenti del partito, in sintonia con il giudizio emerso dalla consultazione degli iscritti al circolo cittadino. Secondo il Prc la giunta ha disatteso gli impegni presi su acqua, asili e servizi pubblici, ex Pertite, chiusura dell’inceneritore, unioni civili e rappresentanza amministrativa degli immigrati.

“La risposta pervenuta è stata di totale chiusura, su nessuno dei punti succitati è stata manifestata la benché minima disponibilità. Questa situazione è frutto della svolta moderata e liberista che il “renzismo” produce anche nei territori”, spiegano i vertici del partito.

“Per Rifondazione comunista – aggiungono – si conclude al Comune di Piacenza un ciclo politico caratterizzato da un riformismo moderato temperato, però, anche da scelte progressiste. Il Prc chiede dunque che anche le altre due forze della lista di Sinistra per Piacenza, Sel e Comunisti italiani, si esprimano con coerenza per la chiusura dell’esperienza di governo della città”.
David Santi e Cesare Maggi, rispettivamente segretario provinciale e cittadino, non fanno cenno alla posizione dell’assessore Rabuffi né a quella del consigliere comunale Carlo Pallavicini, in rotta con Rifondazione e ormai di fatto fuori dalla maggioranza da mesi.

Il sindaco Paolo Dosi replica al Prc, ribadendo massima fiducia in Rabuffi: “Esprimo naturalmente preoccupazione per il quadro politico che viene a mutare, basato su un accordo programmatico che ha caratterizzato sin qui il mio mandato. Chiedo quindi all’esecutivo di Rifondazione comunista un approfondimento ulteriore rispetto all’orientamento espresso oggi e confermo la mia fiducia all’assessore Luigi Rabuffi, sempre molto presente e attento nel proprio impegno politico-amministrativo e il cui contributo per me risulta molto prezioso nel prosieguo dell’attività di giunta”.

DOSI REPLICA A RIFONDAZIONE COMUNISTA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE